“Cambiamo Trieste” per l’edilizia scolastica

di Elena Maffei e Giovanni Chicco
(Candidati per la lista “Cambiamo Trieste” alle elezioni comunali e circoscrizionali)

La storia che vogliamo raccontare comincia da lontano ed ha come protagonista la sede succursale del Liceo Petrarca, situata in Largo Sidney Sonnino. Nota anche come “la scuola col gonnellino”, vanta da cinque anni circa una sorta di impalcatura, a forma appunto di gonnellino, che ha lo scopo di impedire che la caduta, potenziale ma non impossibile, di infissi possa danneggiare gravemente i passanti.

La situazione drammatica delle facciate dell’edificio in questione è sotto gli occhi di tutti: gli infissi sono fatiscenti, ma anche le opere in muratura sono in condizioni pessime e costituiscono un pericolo per i passanti.

L’impalcatura a protezione del marciapiede è sorta all’indomani dell’abolizione delle province, fortemente voluta nel 2016 dalla Giunta Serracchiani, che la definì “riforma storica”; nei sogni della Presidente e dei partiti che allora governavano la nostra regione, si sarebbe dato avvio ad un nuovo ordinamento territoriale, in cui gli unici soggetti territoriali sarebbero rimasti Regione e Comuni, anche nella forma associata delle “Unioni Territoriali Intercomunali” (UTI).

Da allora, la proprietà degli edifici che ospitano le scuole secondarie di secondo grado (le “superiori”) è passata ai Comuni, mentre la gestione degli edifici stessi è passata alle UTI prima e agli Enti di Decentramento Regionale (EDR) poi (operativi dal luglio 2020).

Ovviamente la pandemia ha dato il suo contributo al rallentamento degli interventi di edilizia pubblica, ma a tutt’oggi non ci sono notizie relative ai lavori di riqualificazione dell’edificio di Largo Sidney Sonnino.

La nostra lista si pone come obiettivo prioritario l’intervento nell’edilizia scolastica, in tutti gli edifici di proprietà del Comune; riteniamo che la sede succursale del Liceo Petrarca costituisca una vera e propria emergenza, anche in termini di decoro urbano e di sicurezza, e ci impegniamo affinché il Comune, proprietario dell’edificio, assuma un ruolo più incisivo nella scelta e nella gestione degli interventi dell’EDR.

Il nostro sguardo è anche rivolto al futuro: ci chiediamo che senso abbia, in una città come Trieste, nella quale tutti gli edifici che ospitano scuole superiori sono di proprietà del Comune, continuare a separare la gestione degli interventi di edilizia dalla proprietà del bene. Nell’ottica della sussidiarietà e della semplificazione amministrativa, proponiamo di riflettere su un possibile accorpamento dei due ambiti.

I candidati Giovanni Chicco ed Elena Maffei seguiranno in modo particolare la storia della succursale del Liceo Petrarca, sperando che il lieto fine sia vicino; aiutateci a scriverlo con il vostro voto a “Cambiamo Trieste”.

 

Le foto che seguono sono state scattate il 18 ottobre 2016, il giorno in cui è stato impiantato il “gonnellino”.

Le immagini che trovate qui sotto, invece, sono state scattate oggi, 20 settembre 2021.

 

Di calcinacci raccolti dal “gonnellino, lo stesso risulta essere efficace nel prevenire danni a persone o cose.

Comments 1

  • […] A “bocce ferme” e con la nuova Giunta Comunale costituita, alla quale peraltro vanno i nostri auguri per il lavoro che si troverà ad affrontare, torniamo su uno dei temi che avevamo già affrontato in campagna elettorale, precisamente nell’articolo pubblicato su questo sito il 20 settembre 2021 raggiungibile clicca…. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.